TORNA SU
TORNA SU
TORNA SU
TORNA SU
TORNA SU
TORNA SU
TORNA SU

PETIZIONI ON LINE

PER TUTELARE I LORO DIRITTI STANDO COMODAMENTE SEDUTI AL PC

Ogni firma vi porta via circa 20 secondi. Avete mai fatto tanto in così poco tempo?

Bocconi AVVELENATI in Toscana
Abolizione dellaVIVISEZIONE
UCCISIONE dei cani in Serbia
REGOLAMENTAZIONE della professione veterinaria
Ebay vende PELLICCE di cane e gatto di ANIMALI VIVI
Per l'abolizione della CORRIDA IN EUROPA
 
Contro L’ART. 5 DELL’ordinanza SUI CANI PERICOLOSI
   

 

BOCCONI AVVELENATI IN TOSCANA E IN ITALIA

http://www.petitiononline.com/BAtosc01/petition.html

Cari amici,
il 19 maggio 2006 ho svolto insieme a Francarita Catelani
(Movimento UNA - Cremona), una conferenza stampa presso la Regione Toscana
sul tema dei bocconi avvelenati (pubblicato su "la Repubblica" e su "Il Giornale della Toscana"), spiegando la necessità, in relazione alla analisi dei dati forniti dalla polizia provinciale di Firenze (nell'ultimo triennio 2003/2005 sono pervenute 679 denunce nella sola provincia di Firenze a fronte di soli 39 indagati nello stesso periodo), di modificare la attuale Legge Regionale 39/01 nel tentativo di arginare questo ignobile fenomeno criminoso.

Si è così resa necessaria una petizione popolare per chiedere la modifica della Legge Regionale 39/01.

Avendo purtroppo riscontrato delle difficoltà nella raccolta delle firme nonostante la collaborazione di altre associazioni, di volontari e di molti cittadini simpatizzanti della nostra associazione ai quali vanno i miei più sentiti ringraziamenti per lo sforzo compiuto, da oggi è partita la seconda fase della petizione: per semplificare la raccolta delle firme, da oggi è possibile sottoscriverla online al seguente indirizzo:

http://www.petitiononline.com/BAtosc01/petition.html

Ancora più preoccupante, dal mio punto di vista, è la volontà di abrogare la Legge Regionele 39/01 e di inserire il capitolo dei "Bocconi Avvelenati" all'interno di un regolamento regionale per gli animali, stralciando i punti salienti della Legge (ad esempio l'obbligo della segnalazione anche di sospetto avvelenamento da parte dei medici veterinari).

Questo "felice" progetto fu presentato dal dott. Braion alle associazioni (e sonoramente bocciato), diversi mesi fa e da allora non se ne è saputo più nulla. E' per questo motivo che reputo che una buona raccolta firme possa rappresentare da parte nostra il chiaro messaggio di dire basta a questi vergognosi atti criminosi.

Essendo il fenomeno, purtroppo, non legato soltanto alla nostra Regione bensì a tutto il territorio nazionale, abbiamo redatto (CEDA onlus e Movimento UNA), una bozza di disegno di Legge e consegnata al sen. Natale Ripamonti, che mi auguro possa essere depositata in Parlamento al più presto.

Nel ringraziarvi sentitamente, vi saluto cordialmente.

Elvino Gasparotti e.gasparotti@yahoo.it
CEDA onlus - Comitato Europeo Difesa Animali
Delegazione di Firenze e provincia

SAN MARINO

APPOGGIO PROPOSTA DI LEGGE ANTIVIVISEZIONE!!!!!!

Nella Repubblica di San Marino è stata presentata una proposta di legge per la

ABOLIZIONE DELLA VIVISEZIONE!!!

Anche se non siamo sanmarinesi possiamo inviare un messaggio di appoggio e sostegno a questa iniziativa. Tutti sappiamo che San Marino è un piccolo Stato, ma è anche la più antica Repubblica al mondo, perché non potrebbe essere il primo Stato che abolisce la vivisezione, iniziando un cambiamento epocale?
Ogni testo personale va bene, di seguito un esempio "Anche se cittadino estero, appoggio l'iniziativa dell'Associazione Sammarinese Protezione Animali relativa alla presentazione di una Proposta di legge che vieti la vivisezione nella Republica di San Marino".

Deve essere inviato ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

presidente@apasrsm.org oppure

info@apasrsm.org


Per favore, non lasciamo soli i nostri amici sanmarinesi in un momento così importante!
Stefano

cagnos@iol.it

P.S. In allegato il testo della proposta di legge.

STRALCIO:


ART 2

Divieti

In tutto il territorio della Repubblica di San Marino è vietato l’utilizzo di animali a fini scientifici o tecnologici.
È inoltre vietato l’allevamento di animali diretto all’utilizzo e al commercio degli stessi a fini scientifici o tecnologici.
È altresì vietato l’allevamento e il commercio di animali diretto alla produzione e al confezionamento di capi di abbigliamento.

CONTINUANO LE UCCISIONI DEI CANI IN SERBIA


Le uccisioni di massa di cani e gatti randagi continua inesorabilmente da un capo all’altro del paese, dalla Capitale fino al più remoto paesino.
A Belgrado e Novi Sad ci sono grandi centri di sterminio, ed ora anche di nuovi in altre città.
Le discariche per i rifiuti sono il luogo in cui i randagi vengono soppressi, in Serbia il servizio che si occupa dei rifiuti e della nettezza urbana si occupa anche delle soppressioni di massa, come dimostrato dalle foto che sono pervenute all’OIPA.

L'OIPA ha provveduto a costruire nuovi recinti dando così la possibilità ai cani di essere trasferiti all’interno di box dove possono vivere meglio nell'attesa di una famiglia adottiva. La vostra donazione è stata preziosa per gli animali e da Epar esprimono infinita gratitudine verso tutti coloro che han reso possibile tutto ciò.
Il nostro pensiero, il nostro impegno ora si rivolgono a tutti gli altri, alle vittime di sopprusi e abusi, senza voce e senza un nome.
Per favore continuate a firmare la petizione OIPA, le firme saranno consegnate ai Membri del Parlamento Europeo a cui verrà chiesto un loro intervento.

Diventare membri dell'Unione Europea, non è un diritto, bensì un privilegio.

Firma la petizione on line alla pagina http://www.oipaitalia.com/serbia.html

REGOLAMENTAZIONE DELLA PROFESSIONE VETERINARIA

 

Cari amici, per Natale anziché i soliti inutili e convenzionali Auguri, l'associazione "Arca 2000" v'invita a fare un'opera buona: Il migliore regalo per i nostri amici animali. Nel nostro sito www.arca2000.it nel link”Una legge da riproporre” scaricate in formato pdf i tagliandi da inviare all’On. Marco Lion e Cristina Morelli dei Verdi, promotori della passata proposta di legge per la “Regolamentazione della professione veterinaria e tutela sanitaria degli animali d’affezione” affinchè ripresentino la pdl al più presto.
Si tratta di un importante disegno di legge messo a punto dalla nostra associazione e supportato da 7000 cittadini firmatari della nostra petizione, per stabilire norme di comportamento e di corretta gestione della professione veterinaria contro gli episodi di malasanità animale. Per una CULTURA DELLA RESPONSABILITA’ leggi il nostro appello nel sito e invia i tagliandi. La riproposta del disegno di legge dipende anche da te.

Buon lavoro


Daniela Ballestra arcanimali@tiscali.it
Per “Arca 2000” onlus diritti dell’animale malato
Www.arca2000.it

CHIEDI A eBay DI SOSPENDERE LA VENDITA DI PELLICCE DI CANE E GATTO E CANI E GATTI VIVI

(destinati al commercio di pellicce)


La compagnia eBay attraverso i suoi membri in cina continua a permettere la vendita di pellicce di cane e gatto e di gatti vivi (destinati al mercato della pelliccia), vietato in USA.


Manda l'e-mail della PETAche CHIEDE LA SOSPENSIONE DI QUESTO IGNOBILE COMMERCIO- SITO

http://getactive.peta.org/campaign/p2ebaydogfur?rk=w7M9IHK144aqW

solo email, nome, cognome, paese

clicca su "Play the video"
e clicca su "Graphic images" per vedere la situazione critica in cui si
trovano i cani in vendita (rannicchiati in gabbie arrugginite e circondati
da fili di ferro taglienti) qui si vede bene il MARCHIO EBAY (marchio rosso)

e poi clicca su " Click here and here" PER VEDERE LA VENDITA DI ALCUNI CANI
DA PELLICCIA DISPONIBILI" (SITO CINESE eBay)

la petizione si può mandare anche ad amici - per chi non sa l'inglese :
recipient email = è l'email del destinatario
GRAZIE A TUTTI

lolloxo@libero.it

PER L'ABOLIZIONE DELLA CORRIDA IN EUROPA

 

Il 15 Gennaio 2007 quattro membri del Parlamento Europeo hanno presentato una Dichiarazione Scritta per il divieto della corrida a livello comunitario e per chiedere che i sussidi comunitari per l'agricoltura non possano essere concessi agli agricoltori che allevano tori per destinarli alle corride.

Firma la petizione on line per chiedere ai Parlamentari Europei di firmare la Dichiarazione scritta per vietare la corrida in Europa alla pagina

http://www.oipaitalia.com/festepopolari/corrida.html

 

CONTRO L’ART. 5 DELL’ORDINANZA SUI CANI PERICOLOSI

 

Riceviamo questo appello dal CEDA che l’OIPA sottoscrive:

Il 13 gennaio 2007 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale una nuova Ordinanza del Ministero della Salute sulla “Tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione di cani”
Troviamo positivo l’aver posto il divieto al taglio di code, orecchie e corde vocali recependo così quanto stabilito dalla Convenzione del Consiglio d'Europa del 1987 per la protezione degli animali da compagnia e di aver riproposto il divieto di uso di collari elettrici o altri congegni atti a determinare scosse o impulsi elettrici sui cani stabilendo che chiunque li utilizzi è perseguibile ai sensi della Legge 189/2004.
Esprimiamo però forti preoccupazioni sul contenuto dell’art. 5 comma 5 perché rappresenta un aspetto molto pericoloso in quanto prevede per chi “non e' in grado di mantenere il possesso del proprio cane nel rispetto delle disposizioni di cui alla presente ordinanza”, anche la valutazione della soppressione ai sensi della Legge 281/91.

Invia la lettera di protesta dalla pagina http://www.oipaitalia.com/maltrattamenti/appelli/ordinanza.html